Assistenza sui cantieri

L’Assistenza sui cantieri per l’applicazione delle norme di prevenzione infortuni è l’attività principale del Comitato; sono infatti già state effettuate oltre 13000 visite in 8000 cantieri ca.

L’attività è svolta da tecnici specificamente formati, sotto la supervisione del Segretario del Comitato ed in base ad un Regolamento deliberato dal Consiglio di amministrazione del CPTLucca, sulla base dello schema approvato dal Coordinamento Toscano CPT.

In tutti i sopralluoghi il tecnico della sicurezza si presenta al preposto o, in caso di assenza, ad altro referente dell’impresa, con cartellino identificativo e dotati dei dispositivi di protezione individuale necessari, e, avendo la massima cura nel ricercare un positivo rapporto con il personale di cantiere ed evitando di interferire negativamente con il lavoro, dopo aver preso visione dei documenti iresi disponibili in cantiere e a seguito di un’attenta verifica dei rischi e delle misure di prevenzione in atto, informa delle eventuali riscontrate carenze e fornisce suggerimenti per il miglioramento degli ambienti di lavoro, offrendo anche soluzioni pratiche, attraverso la compilazione di una scheda, modello A, di cui viene lasciata una copia in cantiere e trasmessa a tutte le Imprese presenti.

Dopo ogni visita, in caso siano riscontrato gravi rischi ovvero sia valutato il cantiere in condizione D o E, viene inviato anche al Coordinatore per la sicurezza copia del modello A compilato in cantiere per un suo coinvolgimento ai fini del miglioramento delle condizioni di sicurezza.

A seguito di ogni visita, viene inoltre trasmesso al Committente un promemoria informativo sui principali obblighi a carico dello stesso, se risultano disattesi sulla base di elementi certi.

In base al suddetto Regolamento, dopo la seconda visita, in caso di cantieri che presentano ancora le condizioni E, ovvero sotto il minimo etico di sicurezza, viene effettuata una segnalazione agli organi di vigilanza. In caso in seconda visita la condizione riscontrata presentasse ancora gravi rischi, situazione D, si procederà ad un ulteriore accertamento a seguito del quale se permanessero tali situazioni si procederebbe anche in questo caso alla segnalazione agli organi di vigilanza.

E’ importante precisare che l’attività del CPTLucca è una attività di assistenza e consulenza per favorire la prevenzione, realizzata in collaborazione con l’impresa; pertanto i rari casi in cui si rendono necessarie segnalazioni sono da considerarsi situazioni limite.

L’attività di prevenzione in cantiere si sviluppa anche grazie all’applicazione di Intese con importanti stazioni appaltanti pubbliche, grazie alle quali al CPT Lucca vengono comunicati i dati identificativi degli interventi appaltati, in base a precisi schemi di segnalazione, e il CPT Lucca sviluppa e realizza specifici programmi di verifica negli stessi cantieri.

Le visite dei cantieri vengono effettuate gratuitamente anche su richiesta delle Imprese esecutrici, dei Coordinatori per la sicurezza o di altri soggetti coinvolti sul piano della sicurezza: 

mod. richiesta visita

Inoltre è possibile effettuare il Servizio di assistenza continuativo a cantiere per tutta la durata dei lavori che consenta il controllo delle condizioni di sicurezza ad una periodicità di una o due volte al mese in considerazione della criticità dei lavori.

Il Servizio comprenderà anche la verifica di massima dei requisiti tecnico-professionali delle imprese subappaltatrici attraverso l’accertamento della regolarità contributiva tramite Cassa edile, della formazione degli addetti e dell’equipaggiamento aziendale.

Per i cantieri che usufruiscono del servizio, a seguito di ogni visita, il Comitato oltre ad attivarsi nelle modalità consuete, nel caso in cui si riscontrassero condizioni di sicurezza cattive o pessime o gli esecutori risultassero mancanti dei necessari requisiti tecnico-professionali sarà fatto rapporto al richiedente. e nel caso in cui non fosse possibile migliorare tali condizioni il CPT Lucca potrà interrompere il Servizio.

I cantieri che usufruiscono del Servizio saranno identificati da un apposito cartello di cantiere elaborato dal Comitato.

Il Servizio continuativo comporta un costo a carico del richiedente pari allo 0,6% dell’importo dell’opera, salvo particolari accordi, e potrà essere previsto nel piano di sicurezza e coordinamento.